In questa pagina sono raccolte tutte le informazioni riguardo alla Sezione Sportiva della ns Scuola Nelson Mandela. Nella foto, tutti i ragazzi e le ragazze della Sezione Sportiva, Anno Scolastico 2020/21.

Video di Presentazione

Vivere Sportiva-Mente

SEZIONE AD INDIRIZZO SPORTIVO

Il nostro Istituto è l’unico nella provincia di Pisa che ha attivato la sperimentazione “INDIRIZZO SPORTIVO”, nella scuola secondaria di primo grado ed è considerato il precursore nella Regione Toscana; la nostra scuola ha ricevuto dei riconoscimenti ufficiali per meriti dal C.O.N.I , dalla Panathlon International, nell’ambito del convegno sul “valore educativo dello sport” e dall’Ufficio Scolastico Regionale della Toscana.

Descrizione del progetto

Il progetto si rivolge agli alunni della scuola secondaria di primo grado “NELSON MANDELA”, dell’Istituto Comprensivo “G.B.NICCOLINI” di San Giuliano Terme, Pisa.

A partire dall’anno scolastico 2018/19 è stata attivata una “sezione ad indirizzo sportivo” con potenziamento delle ore di Educazione Fisica, al fine di integrare, in un unico piano di studi la pratica sportiva e l’offerta culturale tipica del ciclo della scuola secondaria di primo grado.

La proposta educativa viene offerta nella convinzione che, il movimento, il gioco, lo sport, rappresentino un canale privilegiato per la formazione globale della personalità dei giovani e che influiscano positivamente sulla motivazione ad apprendere ; le attività ludico motorie e sportive potenziano i processi di socializzazione, collaborazione al fine di raggiungere un obiettivo condiviso, promuovendo relazioni adeguate ed efficaci, l’autovalutazione, la conoscenza di sé , la maturazione, l’acquisizione delle competenze.

Questa nuova offerta formativa, è basata su una didattica e una metodologia innovative e si attua con un incremento del monte ore di Educazione Fisica che passano da 2 a 4/5 settimanali, una delle quali si prevede di utilizzarla in compresenza con i vari docenti curricolari di Scienze e Matematica, Musica, Arte, Tecnologia e delle materie umanistiche; questa ora settimanale si alternerà nel corso dell’anno scolastico , per la progettazione e realizzazione di laboratori, ricerche, progetti, al fine di promuovere la partecipazione diretta, attiva e critica dei singoli studenti, e per realizzare approfondimenti interdisciplinari e pluridisciplinari su base triennale che, ovviamente, saranno trattati anche nell’ambito delle singole discipline.

Per gli alunni è previsto un rientro settimanale pomeridiano e si prevede, nell’arco del triennio di far sperimentare circa 10/12 discipline sportive( come ad esempio nuoto, sci, orienteering, trekking, pallavolo, basket, atletica leggera, palla tamburello, palla pugno, canoa, vela, hockey, calcio, danza, scherma…), in base alle risorse professionali interne dell’Istituto e in collaborazione con enti, società sportive ed esperti esterni.

La scuola dispone di una palestra e di un campo polifunzionale esterno alla stessa, ha a disposizione inoltre le strutture polifunzionali sportive (piscina, campo di atletica, campo di calcio e di tennis, etc.) presenti nel Comune, raggiungibili a piedi poiché sono tutte posizionate nei pressi del nostro edificio scolastico. Inoltre, la scuola secondaria ha attivato, nel corso degli ultimi anni, progetti sportivi (sci alpino, nuoto, scherma, orienteering, etc.) che hanno riscosso un notevole livello di gradimento da parte degli alunni e delle loro famiglie. E’ attiva, da alcuni anni una stretta collaborazione con le varie agenzie educative/sportive e istituzionali del territorio.

La nuova offerta si sviluppa su base triennale, con l’intento della valorizzazione del movimento, del gioco e dello sport come espressione della corporeità, dell’educazione motoria, fisica, della pratica sportiva e di tutte le educazioni specifiche, tali da concorrere a garantire la salute dei giovani di oggi (i futuri cittadini di domani) e la loro integrità fisica, e l’interiorizzazione di corretti stili di vita.

L’educazione motoria è quindi l’occasione per :

  • promuovere esperienze cognitive, sociali, culturali e affettive;
  • promuovere corretti stili di vita attraverso il movimento, il movimento all’aria aperta, attraverso la diffusione di corrette abitudini alimentari quotidiane sottolineando la stretta correlazione tra cibo e salute;
  • promuovere un’alimentazione corretta e consapevole incentivando la conoscenza dei prodotti stagionali e locali, incentivando l’uso di prodotti dell’agricoltura e della filiera alimentare locale(coinvolgimento anche delle famiglie dei singoli alunni).
  • garantire i processi di inclusione per coloro che hanno bisogni educativi speciali e l’integrazione degli alunni stranieri residenti nel nostro territorio.
  • stimolare, attraverso il gioco sportivo e le attività motorie in generale, capacità relazionali e di autocontrollo personale che permettono di sviluppare l’empatia necessaria al buon funzionamento della totalità del gruppo

L’Educazione Fisica ha in sé la varietà di contenuti, competenze e di linguaggi; essa coinvolge la persona per intero, con i suoi valori, i suoi diversi modi di comunicare, può diventare veramente una “scuola di vita”; l’Educazione Fisica poggia su basi medico-scientifiche (anatomia, fisiologia, neurologia, alimentazione, dietologia, igiene) e sulle scienze del movimento (cinesiologia, traumatologia) che si integrano con le scienze umane (psicologia, pedagogia, musica, geografia, ecologia, ecc.).

Questo progetto prevede di potenziare la condivisione di competenze tra i vari docenti del consiglio di classe ed un’attenta e puntuale programmazione ricercando spunti per attività pluridisciplinari ed interdisciplinari.

Il progetto pur essendo rivolto agli studenti della Scuola Secondaria consentirà di operare un coordinamento tra le differenti esperienze di potenziamento dell’offerta formativa sull’educazione fisica e sulla salute già presenti in tutti gli ordini di scuola dell’I.C. G.B. Niccolini per la definizione di un curricolo verticale che accompagni i nostri studenti dai 3 ai 14 anni.

(…) L’attività sportiva promuove il valore del rispetto di regole concordate e condivise e i valori etici che sono alla base della convivenza civile. I docenti sono impegnati a trasmettere e a far vivere ai ragazzi i principi di una cultura sportiva portatrice di rispetto per sé e per l’avversario, di lealtà, di senso di appartenenza e di responsabilità, di controllo dell’aggressività, di negazione di qualunque forma di violenza.”

In conclusione, attraverso l’attività motoria in generale, si cercherà di rinforzare l’autostima personale, la consapevolezza di se e dell’altro e l’ accettazione delle diversità da vivere come opportunità di crescita; promuovere la collaborazione, la partecipazione attiva e consapevole di tutti e l’inclusione, valorizzando le differenze di opinioni, ruoli, strategie di gioco per raggiungere un obiettivo comune; promuovere la consapevolezza dei benefici di una attività fisica regolare e della stretta correlazione tra movimento, alimentazione e benessere psicofisico e conoscere le conseguenze dell’ipocinesia(sedentarietà) e gli effetti negativi sulla salute e dell’uso di sostanze come droghe, alcool e fumo, prevenzione delle dipendenze.

Vivere sportiva-mente la scuola”, con entusiasmo, voglia di imparare e di mettersi in gioco insieme agli altri.